Quest’unità ha come obbiettivo risolvere i molteplici disturbi che interessano l’intera regione pelvica, siano essi di natura osteoarticolare, ginecologica, urologica o colonproctologica.

Cos’è il dolore pelvico cronico?
I disturbi da dolore pelvico cronico neuropatico sono sindromi dolorose localizzate nella regione pelvica tra i fianchi e l’ombelico, che durano per 6 mesi o più. Comprende disturbi come la vulvodinia (dolore vulvare), coccigodinia (dolore al coccige), il dolore del nervo pudendo e il dolore del nervo sciatico.

Questo dolore può essere di diversi tipi:

Costante ma lieve, oppure acuto come un crampo.

Occasionale, insorgendo e scomparendo nel tempo, oppure continuo.

Localizzato in un punto specifico oppure generalizzato a tutta la regione pelvica.

Si può anche notare una sensazione di peso nella regione pelvica.

Si stima che il 12% delle donne in tutto il mondo soffrono di dolore pelvico cronico (DPC). Un primo passo nel trattamento di queste pazienti è quello di individuare la causa del dolore al fine di determinare il trattamento appropriato.

Quali sono le possibili cause di dolore pelvico cronico (DPC)?
Le cause di questo tipo di dolore possono essere classificate in cause ginecologiche cicliche e non cicliche. Le cause cicliche sono quelle che hanno una certa relazione con il ciclo mestruale, mentre le non cicliche non hanno alcuna relazione con le mestruazioni.

Cause ginecologiche cicliche

Dismenorrea.
È il dolore che si associa alle mestruazioni. La dismenorrea primaria è quella che si presenta dalle prime mestruazioni e per la quale non si trova alcuna causa apparente, mentre la dismenorrea secondaria è associata a una patologia pelvica apparente.

Endometriosi.
È la presenza di ghiandole e stroma endometriale fuori della cavità uterina, più frequentemente nel cavo del Douglas, ovaie, peritoneo e visceri pelvici.

Sindrome premestruale.
È la comparsa di dolore pelvico, nonché di una serie di sintomi fisici e psicologici nella seconda fase del ciclo ovulatorio della donna.

Cause ginecologiche non cicliche

AAderenze.
Cicatrici che anormalmente uniscono i tessuti dopo interventi chirurgici.

Endometriosi.
Può essere ciclica, ma il dolore può anche cominciare senza correlazioni al ciclo mestruale.

Salpingooforite.
Si riferisce all’infiammazione simultanea, acuta o cronica delle tube di Falloppio e delle ovaie.

La sindrome dell’ovaio residuo.
Consiste nella comparsa di dolore pelvico in pazienti precedentemente sottoposte ad isterectomia se si sono conservate le ovaie.

Sindrome da congestione pelvica.
La Sindrome da congestione pelvica è un quadro responsabile di dolore pelvico cronico per la presenza di vene varicose a livello ovarico o uterino.

Neoplasie ovariche ed uterine.
La maggior parte dei tumori degli organi riproduttivi, siano essi benigni o maligni, possono causare dolore acuto o cronico.

Malattia infiammatoria pelvica.
Il dolore cronico derivante da una malattia infiammatoria pelvica si deve a episodi ricorrenti di infezioni del tratto urinario o per danni residui da precedenti episodi di infezione pelvica.

Cause gastrointestinali.
La principale causa di dolore pelvico gastrointestinale è la sindrome del colon irritabile. È un disturbo funzionale, il che significa che il dolore deriva da un cambiamento delle abitudini intestinali piuttosto che da una componente organica.

Cause genito-urinario.
Il DPC di origini urologico è dovuto agli stretti rapporti anatomici e embriologici che esistono a livello urologico-pelvico. L’uretra, la vescica e la vagina derivano dal seno urogenitale, che è la struttura embrionale da cui i genitali esterni e uretra originano. Nel maschio il seno urogenitale da luogo alla formazione della prostata e all’uretra prostatica, mentre nelle donne all’uretra e ad una porzione della vagina.

Cause neurologiche.
L’intrappolamento di un nervo in una cicatrice può dare origine a dolore della cicatrice o lungo la distribuzione del nervo.

Cause muscoloscheletriche

Dolori muscolari
Il dolore può essere dovuto a disfunzione muscolare primaria, vale a dire relazionato a un’alterazione nel processo di rilassamento-contrazione di gruppi muscolari opposti.

Dolore pelvico meccanico
La gravidanza o un trauma possono portare ad un allineamento alterato della parte centrale del corpo (torace, colonna vertebrale, bacino, ecc.).

Fattori psicosociali

Il DPC dovuto a questo tipo di cause è influenzato da numerosi fattori: fisici, psicologici e sociali. L’influenza di ognuno di essi varia dipendendo dal paziente e può modificarsi nello stesso paziente durante la malattia.

Fattori neurologici

Oltre ai fattori ginecologici e urologici, ci sono anche fattori neurologici che possono causare disturbi alle strutture nervose pelviche. Il danno ai nervi durante un intervento chirurgico è una delle principali cause di dolore neuropatico. Tali danni possono verificarsi durante un intervento chirurgico radicale (isterectomia radicale per cancro ginecologico, chirurgia per l’endometriosi profonda) o una chirurgia meno radicale (isterectomia semplice o chirurgica del prolasso uterino).

Come si diagnostica?
Noi di Inebir consideriamo indispensabile trattare i pazienti con questa patologia con un approccio multidisciplinare che permette ai nostri medici di effettuare una diagnosi individualizzata e determinare il trattamento neurochirurgico o medico appropriato. Il nostro team realizzerà una dettagliata anamnesi ed un esame fisico completo per diagnosticare questa condizione. Inoltre, durante lo studio, si potrà contare sul sostegno della nostra unità di psicologia.

Che trattamento ha?
Una volta messo a punto una diagnosi differenziale, ci sono diversi modi per trattare questa condizione, a seconda di una serie di fattori.

Mentre il trattamento delle sindromi da dolore pelvico acuto è relativamente semplice, essendo per esempio con antibiotici per le forme infettive ed esplorazione chirurgica quando si sospetta una determinata patologia, la gestione del DPC richiede maggiore sforzo, abilità ed esperienza.

Inebir, conta su un team multidisciplinare altamente qualificato e specializzato per la realizzazione della chirurgia laparoscopica e di altre tecniche chirurgiche mini-invasive che vengono utilizzate per identificare le cause più comuni di dolore pelvico cronico neuropatico, fornendo un accesso sicuro alla anatomia pelvica. In questo modo, i nostri medici analizzeranno ogni caso in modo individualizzato e decideranno qual è la migliore opzione per il trattamento di questa patologia: farmaci, trattamenti ormonali e/o un intervento chirurgico per alleviare il dolore.

Aggiornato a maggio 2017